logo
Uffici Giudiziari Campania e Molise
Struttura Struttura
Informazioni Informazioni
Corsi Corsi
Download Download
VARIE VARIE

Finalità

Nel contesto delle riforme che hanno investito le pubbliche Amministrazioni nell'ultimo decennio le politiche di gestione delle risorse umane e, in particolare, la formazione rivestono una importanza primaria, non solo come necessario strumento di supporto alle innovazioni normative ed operative, ma soprattutto perché il successo delle riforme richiede la partecipazione consapevole e convinta dei dipendenti al cambiamento.


In primo luogo, la formazione serve a far condividere al personale i caratteri principali delle riforme in atto , dalla "cultura dei risultati" al nuovo ruolo dell'Amministrazione nell'ottica della sussidiarietà. In secondo luogo, le innovazioni normative si riflettono sui processi operativi e richiedono l'adeguamento delle competenze e delle conoscenze dei dipendenti, assicurando un tempestivo raccordo con la riorganizzazione degli uffici e l'efficienza dei servizi. Infine, dalle riforme nasce l'esigenza di nuove professionalità, soprattutto nei settori dell' Information Technology e delle discipline organizzative e contabili, per i cui reperimento, in presenza dei rigorosi vincoli imposti a reclutamento dall'esterno, occorre far sempre più ricorso alla valorizzazione ed alla riqualificazione del personale in servizio, mentre dove tali professionalità già esistano (come nel caso del Ministero della Giustizia) è necessario il loro costante aggiornamento.


In termini aziendalistici, la formazione del personale dev'essere quindi considerata sempre meno come un costo da sostenere per far fronte a specifici adempimenti e sempre più, invece, come un investimento volto a conservare e ad accrescere la dotazione di capitale umano di un'organizzazione. Ciò esige una politica attiva del personale, finalizzata alla continua crescita e qualificazione professionale, ma anche al miglioramento del clima organizzativo, dei rapporti interpersonali e dei rapporti con i cittadini "clienti".


Di tutto ciò a mostrato di avere piena consapevolezza il legislatore che, nell' Art.1 del Decreto Legislativo 165/2001 , il "Testo Unico" del lavoro nelle pubbliche amministrazioni, ha posto in evidenza il legame tra formazione, sviluppo professionale dei dipendenti e migliore utilizzazione delle risorse umane.


L'importanza della formazione risulta ancora più evidente in relazione al continuo processo d'innovazione normativa e procedurale che investe gli ambiti di competenza del Ministero della Giustizia e che rende necessario una costante attività di aggiornamento dei dipendenti, al fine di consentire loro di rispondere nel modo migliore alla essenziale funzione di supporto all'attività giurisdizionale ed alle esigenze degli utenti dei servizi giudiziari. Per far fronte al meglio a queste complesse sfide, il Ministero da tempo ha scelto la strada del decentramento della formazione , istituendo sedi della Scuola di Formazione del Personale presso alcune città e creando la figura del "formatore distrettuale". Ciò ha consentito, oltre che di disporre di strutture e di personale idonei a realizzare i numerosi corsi di formazione attuati dal Ministero, anche di attivare, nelle sedi locali, possibilità d'interscambio culturale e di collaborazione con il mondo universitario e delle professioni.

La sede di Salerno della Scuola di Formazione ed Aggiornamento del Personale dell'Amministrazione Giudiziaria si inserisce in questo processo e si propone l' obiettivo , oltre che di consentire l'aggiornamento continuo e la formazione "manageriale" dei dipendenti del Ministero operanti nel distretto, anche di diventare un vero e proprio centro di cultura, ponendosi come un punto di incontro tra il mondo della giustizia, le Istituzioni locali, l'Università e il settore delle professioni .

Oggi è il 11-12-2018 e sono le ore
Data di ultima pubblicazione: 10-10-2011